Space Design Master

Master di I livello in Design per l’aerospaziale
Design e strategie per l’innovazione tecnologica

  • Edizione: prima
  • Anno Accademico: 2021 / 2022
  • Durata: 1 anno
  • Inizio corso: gennaio 2021
  • Sede: Firenze
    Le attività didattiche si svolgeranno in presenza in parte presso la sede ISIA Firenze e in parte presso altre strutture dedicate nel territorio fiorentino
  • Numero posti disponibili: 20
  • Lingua: italiano
  • Frequenza: obbligatoria
    sono consentite assenze nella misura del 20%
  • CFA: 60
  • Requisiti richiesti: Diploma Accademico di primo o secondo livello presso ISIA o Accademie di Belle Arti statali o legalmente riconosciute. Laurea di primo livello o Laurea Magistrale, preferibilmente con indirizzo nei settori progettazione, design o affini
A.A. 2021/2022: iscrizioni aperte

PROROGATA: 10 dicembre 2021, ore 23.59 – scadenza delle domande di ammissione

Soggetti promotori

Il Master viene attivato dall’ISIA di Firenze con il patrocinio di AIDAA (Associazione Italiana di Aeronautica e Astronautica), Associazione Mars Planet e Toscana Spazio, in collaborazione con importanti aziende operanti nel settore: Ortec, Krein, Scuola di Robotica di Genova, Dassault Systèmes Italia, Impact Hub Firenze, K-Array per cicli di lezioni, organizzazione logistica e coinvolgimento aziende di riferimento per tirocinio.
Parte integrante del master sono tirocini ed esperienze presso aziende, istituzioni, centri servizi operanti in questo settore innovativo, del territorio toscano e non solo.

Visual promo Space Design Master promosso e organizzato da ISIA Firenze

Premessa

Il settore dell’aerospazio, soprattutto da quando l’obiettivo di raggiungere Marte e di stabilirvi delle colonie è diventato concreto, è tornato alla ribalta per l’opinione pubblica. Peraltro in Italia questo è uno dei pochi settori in cui il fatturato e gli investimenti in ricerca sono in costante crescita e il nostro paese, infatti, è considerato un’eccellenza a livello globale. Esistono in specifico percorsi formativi dedicati all’interno delle facoltà di ingegneria più accreditate, ma naturalmente questi percorsi sono altamente tecnologizzati e orientati verso una progettazione strutturale vera e propria dei segmenti e dei vettori che riguardano lo spazio. Rilevando queste realtà ci si rende conto che non esiste però ancora, un polo formativo che ampli il campo della progettazione Aerospaziale al Design come disciplina. L’approccio fondante, tipico del Design, permette di implementare una corretta catena della progettazione, capace di tenere conto dei fattori umani e tecnologici al centro dei processi di innovazione. Il Design infatti – da sempre – è in grado di dare il proprio fattivo contributo alla gestione della complessità tecnologica e umana.