Anni 2010

Design come sistema
Il progetto dilata i propri confini

Nel 2014 ha riassunto l’incarico di direttore Giuseppe Furlanis.
All’interno della didattica dell’ISIA di Firenze si è ancor più rafforzata la convinzione che il design, per essere effettivamente innovativo, richieda una metodologia di ricerca multidisciplinare capace di coinvolgere soggetti con competenze specialistiche elevate e differenti; un design, quindi, di sistema che allarghi i propri confini e i propri interessi. Con questa consapevolezza l’Istituto ha attivato numerose collaborazioni con centri di ricerca e con altre istituzioni formative orientate alla sperimentazione scientifico/tecnologica. Di particolare importanza, per la qualità dei risultati raggiunti, sono state le collaborazioni con le università di Pisa e di Trieste, la Scuola Superiore Sant’Anna e la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste.

Nel 2014 è stato, inoltre attivato da Salvatore Iaconesi, Oriana Persico e gli studenti dell’ISIA, il laboratorio di ricerca Near Future Design per esplorare possibili scenari futuri.

Una foto durante la presentazione di uno dei progetti del Near Future lab presentato a Frontiers of Interaction 2013 a Milano
La presentazione di +Mind, uno dei progetti del Near Future Lab presentato a Frontiers of Interaction 2013 a Milano. Foto: Nefula

Come ha ben illustrato Anty Pansera nel suo libro La formazione del designer in Italia edito nel 2015 da Marsilio, in questi anni la formazione nel settore del design ha avuto un forte sviluppo con corsi attivati, oltreché negli ISIA, in numerose università, nelle Accademie di belle arti e in un numero elevato di scuole private, alcune delle quali con corsi accreditati dal Ministero dell’Università e della Ricerca. Uno sviluppo in cui gli ISIA si sono caratterizzati come un fondamentale punto di riferimento per lo sviluppo e l’aggiornamento della didattica e della ricerca. Nei giorni 5 e 6 dicembre 2016, l’ISIA di Firenze, presidente Marco Bazzini, ha organizzato e coordinato il convegno nazionale La didattica del design in Italia, in collaborazione con le Conferenze dei presidenti e dei Direttori degli ISIA e della Accademie di balle arti, con la Conferenza Universitaria Italiana di Design (CUID) e la Società Italiana di design (SID). La conferenza, promossa dal Ministero dell’Università e della Ricerca i cui atti sono stati editi da Gangemi, ha visto la partecipazione dei principali interpreti della formazione nel settore del design. Un evento che ha confermato Il ruolo di rilievo assunto in tale ambito dall’ISIA di Firenze; un protagonismo testimoniato dai numerosi premi e riconoscimenti ricevuti dall’Istituto e dalla nomina del suo direttore, Giuseppe Furlanis, presidente del Tavolo Nazionale del Design del Ministero dell’Università e della Ricerca.

Uno scatto durante il convegno "La Didattica del Design in Italia" organizzato da ISIA Firenze nel 2016
Giuseppe Furlanis durante la conferenza nazionale “La didattica del Design in Italia” organizzato da ISIA Firenze, presso la Limonaia di Villa Strozzi, 2016. Foto: Francesco Fumelli

Nel 2018 ISIA Firenze ha aggiornato la propria offerta formativa proponendo un Biennio di Diploma Accademico di Secondo Livello con due indirizzi: “Design del prodotto industriale e dei sistemi” e “Design della comunicazione e del prodotto digitale”. Due indirizzi che rivelano la volontà di orientare ancor più la ricerca e la formazione verso l’innovazione tecnologica, mantenendo comunque sempre vivo nel proprio orizzonte un impegno sociale capace di confrontarsi con le sfide della contemporaneità.