Astarte Edizioni – Soluzioni progettuali per una nuova identità visiva

Progetto di branding per la casa editrice pisana Astarte Edizioni, il primo spin-off umanistico dell’Università di Pisa, che si propone di dare voce all’arte e alla cultura dei paesi del bacino mediterraneo

  • Studente: Davide Cappai
  • Tesi: di I livello in Design
  • Anno Accademico: 2019 / 2020
  • Relatrice: Silvia Masetti
  • Correlatore: Michele Boldi
  • Collaborazione: Astarte Edizioni
Mockup della carta intestata, busta, adesivi e biglietto da visita del progetto Astarte

Il progetto di tesi si articola a partire dal rapporto di collaborazione con Astarte Edizioni al fine di sviluppare nuove soluzioni progettuali per la creazione di un’identità visiva. Astarte Edizioni è una piccola casa editrice indipendente italiana, fondata a Pisa nell’ambito del C-lab dell’Università di Pisa della quale, dal 2020, è primo spin-off umanistico.

Dopo una prima parte di ricerca sull’esistente e sul il contesto di riferimento, è stata strutturata un’analisi volta a esaminare i materiali in uso e la storia della casa editrice, ipotizzando un impianto estetico che, con la proiezione di un anno, rafforzi l’immaginario Astarte a partire dalle sue origini.

La definizione del nuovo brand e delle sue manifestazioni – dal logo al payoff, dal tono di voce ai caratteri tipografici, dalla palette colori ai diversi elementi di immagine coordinata – si è tradotta nella realizzazione di un brand book, cuore del lavoro di ricerca.

Parallelamente, si sono sviluppate strategie per applicare le nuove regole di gestione del brand e per comunicare la missione, visione e i propri prodotti di Astarte nell’ambito dei social network, principalmente Facebook e Instagram, del sito web e dei libri. Per quanto riguarda le pubblicazioni editoriali sono state progettate 3 collane: Azzurra / narrativa, Azzurra / poesia e Migrazioni / Saggistica.