Ministero della pubblica istruzioneAfam

Comunicazioni

Il progetto "Open stage" degli studenti ISIA Firenze diventa una realtà

Nato da un'idea maturata dagli studenti, Alberto Giorgi e Pietro Resta, durante il corso di Composizione 1 tenuto dalla prof.ssa Raffaella Fagnoni, il progetto “Open stage" diventa ora realtà dopo essere stato approfondito all’interno dell’acceleratore per start up Murate Idea Park e sviluppato da Officine Buone.

Si tratta un palco intelligente che integra sofisticati diffusori audio, casse per amplificare il suono, mixer e luci. L’obiettivo è quello di offrire a cantanti esordienti la possibilità di esibirsi come su un vero palcoscenico ma stando in strada, all’aperto, e senza doversi portare dietro nient’altro che il proprio strumento. A corredo un'app per le prenotazioni e per visualizzare il calendario delle performance.

Come spiega Ivonne Cosciotti, sindaco di Pioltello: «Abbiamo deciso di investire in questo progetto che è un unicum in Italia e siamo contenti di fare da apripista. Open Stage potrà essere utilizzato per suonare, ballare, danzare, raccontare storie. Sarà un palco per far vivere le piazze e dare voce a chi disciplinatamente la chiede». (fonte: Il Corriere della Sera)

Il primo palco sarà posizionato a Pioltello una città vicino Milano il 26 settembre: l’evento di inaugurazione sarà alle 18:00 e ospiterà artisti particolarmente conosciuti come Cesareo (Elio e le storie tese), Vegas Jones ed Elianto, più altri 30 artisti che si sono prenotati attraverso l’app sempre progettata dagli studenti.

Ma l’installazione a Pioltello è solo il primo passo: il progetto sarà presentato alla Milano music week in novembre, ed entro sei mesi ne saranno collocati altri dieci in città. È , inoltre, allo studio una versione «mobile» della postazione.
Condividi su FacebookCondividi su TwitterCondividi su Google Plus