Convegno: Architettura, arti applicate e industrial design negli anni della Ricostruzione postbellica toscana (1944-1966)

Il convegno è compreso tra le manifestazioni promosse da Cedacot in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti e l’ISIA di Firenze. Due giorni, il 18 e il 25 novembre 2021, nella sede dell’Accademia di Belle Arti e presso la Manifattura Tabacchi, per parlare di architettura, arti applicate e design sviluppate nel secondo dopoguerra in Toscana.

Il convegno sarà aperto dai saluti dei direttori delle istituzioni coinvolte; durante la prima giornata seguirà una prolusione sul tema a cura di Carlo Sisi, presidente dell’Accademia, mentre il secondo giorno si concluderà con la relazione di Giuseppe Furlanis, docente ISIA nonché presidente del Consiglio nazionale per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica.

L’ingresso è libero su prenotazione e fino ad esaurimento dei posti disponibili. È tuttavia possibile seguire entrambe le giornate in diretta online.

Programma del Convegno

18 novembre 2021, ore 9.00

Accademia di Belle Arti, sala del Cenacolo

— ingresso libero su prenotazione

Coordina: Claudio Rocca, direttore ABA Firenze
Introduce: Carlo Sisi, presidente ABA Firenze

10.00 – Ezio Godoli
Coordinate della progettualità toscana negli anni della Ricostruzione. Continuità e discontinuità con l’anteguerra
10.30 – Monica Pacini
Il tessuto economico della provincia di Firenze nel Bollettino della Camera di Commercio (1952-1964)
11.00 – Mauro Pratesi
Il dibattito promosso dalla rivista “Il Mondo” di Alessandro Bonsanti (1945-1946)
11.30 – Mauro Cozzi
Giovanni Michelucci e il pensiero organico tra gli anni ’40 e ’50
12.00 – Mirella Branca 
Aspetti delle arti visive a Firenze nel pensiero critico di Ermanno Migliorini e Lara-Vinca Masini (1947-1966)

Per poter accedere alla sala è necessario rispettare le norme nazionali e regionali per contrastare la diffusione del Coronavirus ed essere muniti di green pass

La conferenza sarà trasmessa in diretta tramite la piattaforma Google Meet

Flora Savioli, dettaglio di un bracciale, 1967
Flora Savioli, dettaglio di un bracciale, 1967

25 novembre 2021, ore 9.00

Manifattura Tabacchi, sala Festa

— ingresso libero su prenotazione

Coordina: Francesco Fumelli, direttore ISIA Firenze

9.30 – Giovanna Uzzani
Leonardo Ricci, gli artisti e la città. La mostra “La cava” nel villaggio di Monterinaldi: un nuovo modello espositivo
10.00 – Annarita Caputo
Sperimentazione di forme e materiali nell’arredo di alcuni interni toscani
10.30 – Marina Vignozzi Paszkowski
Gli artisti e la ceramica: pezzo unico e piccole serie
11.00 – Silvia Ciappi
Il vetro verde di Empoli e il vetro verde di Venezia. Affinità e diversità
11.30 – Alessia Lenzi
Dalla Ditta Guido Polloni allo Studio Polloni-Papucci: tradizione ed innovazione dei maestri vetrai fiorentini (1946-1967)
12.00 Gabriella Carapelli
L’arredo del giardino negli anni cinquanta. Pietro Porcinai e l’industria toscana

Pausa

15.30 – Massimo Becattini
“La Casa abitata” in Palazzo Strozzi, 1965. Documentario
16.00 – Maria Cristina Tonelli
Il design della Ricostruzione e il Museo del design toscano (MuDeTo)
16.30 – Giuseppe Furlanis
Koenig, Landi e Spadolini, la crisi artigiana e il disegno industriale. Il CSDI e la didattica del design
17.00 – 18.00 – Dibattito e conclusione del convegno

Per poter accedere alla sala è necessario rispettare le norme nazionali e regionali per contrastare la diffusione del Coronavirus ed essere muniti di green pass

La conferenza sarà trasmessa in diretta tramite la piattaforma Google Meet

Per informazioni: press@isiadesign.fi.it

C. Mollino, sedia Strozzi per la Vigna Nuova, 1949
Carlo Mollino, sedia Strozzi per la “Vigna Nuova”, 1949
L. Savioli, allestimento per La casa abitata, 1965
Leonardo Savioli, allestimento per “La casa abitata”, 1965